Notizie Judo

 


  11/12/2017 - Tricolori a squadre cadetti, Nuova Florida regina, Akiyama re

Ostia, 10 dicembre 2017. Fitness Club Nuova Florida ed Akiyama Settimo sono state le protagoniste principali a Ostia, nella seconda giornata del campionato italiano a squadre, quella dedicata alla classe cadetti. Ben 34 le formazioni maschili, 9 quelle femminili nella gara di A2, mentre il titolo di A1 è stato conteso da 10 squadre maschili e 6 femminili, con il solo Fitness Club femminile capace di vincere entrambe le gare nella stessa giornata. Due volte sul podio anche Accademia Torino (1° con gli uomini in A2 e 3° in A1), Banzai Cortina (2° con le donne in A2 e 3° in A1), mentre l’Akiyama Settimo ha sfiorato uno storico en plein in A1 aggiungendo il primo posto dei cadetti maschi alla doppietta junior-senior, mentre le cadette hanno meritato il secondo posto.

Classifiche A1

Femminile: 1) Fitness Club Nuova Florida; 2) Akiyama Settimo; 3) Banzai Cortina Roma e Ginnastica Triestina; Maschile: 1) Akiyama Settimo Torinese; 2) Nippon Napoli; 3) Accademia Torino e Judo Kumiai

Classifiche A2

Femminile: 1) Fitness Club Nuova Florida; 2) Banzai Cortina Roma; 3) Sharin Judo Quiliano e Dojo Equipe Bologna; Maschile: 1) Accademia Torino; 2) Fitness Club Nuova Florida; 3) Skorpion Pordenone e Soc. Ginn. Angiulli Bari

Fonte: fijlkam
 
  11/12/2017 - Akiyama Settimo, per le squadre senior il tricolore è doppio

Ostia, 9 dicembre 2017. L’Akiyama Settimo ha vinto entrambi i titoli di campione d’Italia a squadre 2017 nella classe junior-senior. Il team guidato da Pierangelo Toniolo infatti, si è aggiudicato il primo posto sia con la squadra maschile che con quella femminile superando in finale, rispettivamente, le Fiamme Gialle Roma ed il Dlf Yama Arashi Udine. Un doppio successo che conferma la forza delle formazioni torinesi che, in questo caso, hanno schierato Simone Castagnola, Renè Villanello, Angelo Mirabella, Ermes Tosolini, Alessandro Binucci, Kristzian Toth, Davide Pozzi e Martina Castagnola, Valentina Tomaselli, Federica Luciano, Giulia Caggiano, Anna Righetti, Chiara Carminucci, Larisa Ceric. “È una doppietta questa – ha detto Pierangelo Toniolo - che rende sempre più difficile il futuro, perché più sali in alto e più è difficile rimanerci. Oggi è stato premiato il coraggio di puntare sui nostri ragazzi, perché sono stati loro a fare la differenza, il valore aggiunto. Rimaniamo consapevoli che la strada per crescere e migliorare è ancora lunga e siamo anche consapevoli che fra poco saremo nuovamente costretti a cambiare ancora, perchè i ragazzi crescono ed entrano nei gruppi sportivi. Tutto questo ed il doppio successo di oggi, è comunque gratificante”. “Ho un grande rispetto per Antonio Ciano, - ha detto Kristzian Toth - è un grande campione ed è stato per me un onore combattere con lui. Per questo al termine dell’incontro ho voluto riconoscerglielo alzando il suo braccio e chiedendo l’applauso per lui. E sono stato onorato anche dalla presenza sullo stesso tatami di un altro grande campione, Pino Maddaloni, che ci ha arbitrati e ho voluto ringraziare con grande rispetto”. Sul podio, per le medaglie di bronzo, sono salite Isao Okano Club 97 e Pro Recco Judo in campo maschile, Dojo Equipe Bologna e Accademia Torino in campo femminile. Domenica in programma le gare per la classe cadetti.

Classifiche A1

Femminile: 1) Akiyama Settimo; 2) Dlf Yama Arashi Udine; 3) Dojo Equipe Bologna e Accademia Torino; 5) Pro Recco Judo. Maschile: 1) Akiyama Settimo; 2) Fiamme Gialle Roma; 3) Isao Okano Club 97 e Pro Recco Judo; 5) Banzai Cortina Roma e Judokan Roma; 7) Dojo Equipe Bologna e Scuola Judo Ceracchini; 9) Judo Grosseto e Kodokan S. Angelo.

Classifiche A2

Femminile: 1) Accademia Torino; 2) Pro Recco Judo; 3) Fitness Club Nuova Florida e Judo Club Camerano; Maschile: 1) Banzai Cortina Roma; 2) Judo Grosseto; 3) Forza e Costanza Brescia e Titania Club Judo

Fonte: fijlkam
 
  03/12/2017 - AKIYAMA senza rivali: Il campionato U15 è suo!

Nella due giorni di Judo ostiense l'Akiyama la fa da padrona e, in questo sucesso, c'e' anche lo zampino di Dario, laureatosi Campione Italiano nella categoria -73Kg!:

2 dicembre 2017. Akiyama Settimo Torinese e Banzai Cortina Roma, con quattro medaglie ciascuno, hanno conquistato le prime due posizioni della classifica per società maschile nella prima giornata del campionato italiano esordienti B, in corso di svolgimento nel PalaPellicone a Ostia. Due i primi posti per l’Akiyama con Leonardo Piccolo nei 60 kg e Dario Praiotto nei 73 kg e due terzi, un primo posto per il Banzai con Valerio Accogli nei 40 kg e tre terzi hanno fatto la differenza rispetto all’Airon Judo 90 Fruci Siculo, terzo con un secondo posto. Così i podi. 40: 1) Valerio Accogli, 2) Alessandro Polmo, 3) Manuel Parlati e Daniele Piras; 45: 1) Flavio Petruzzelli, 2) Davide Berghi, 3) Marco Sarlenga e Alessio Casale; 50: 1) Gabriel Fiorentino, 2) Alessandro Bellini, 3) Cristian Miceli e Niccolo Mangino; 55: 1) Valerio Ferro, 2) Vincenzo Skenderi, 3) Samuele Gaita e Marco Battino; 60: 1) Leonardo Piccolo, 2) Richard Alex Naghi, 3) Vincenzo Pelligra e Andrea Raffaeli; 66: 1) Nosa Bright Maddaloni, 2) Edoardo Fanelli, 3) Enrico Signorini e Paolo Faccio; 73: 1) Dario Praiotto, 2) Leonardo Zorzi, 3) Francesco Basso e Raffaele Verdirame; 81: 1) Riccardo Giaconi, 2) Marco Ippolito Maccione, 3) Mattia Boscolo e Jacopo Pluchino; +81: 1) Jean Carletti, 2) Ludovico Urbani, 3) Antonio Massimino e Francesco Costanzo. Società: 1) Akiyama Settimo, 32, 2) Banzai Cortina Roma, 30; 3) Airon Judo 90, 20.

3 dicembre 2017. È stata ancora l’Akiyama Settimo Torinese la prima fra le società le società nella classifica femminile del campionato italiano esordienti B, nel PalaPellicone a Ostia. Dopo il successo nelle categorie maschili, il team guidato da Pierangelo Toniolo si è imposto dunque anche nelle femminili con un primo, un secondo ed un terzo posto, seguito a ruota dall’Hydra Palermo con un primo ed un secondo e, al terzo posto, la Ginnastica Triestina salita sul podio per un primo ed un terzo posto. Così i podi. 40: 1) Chiara Antonia Dispenza, 2) Miriam Leone, 3) Sara Sanetti e Lucrezia Tantardini; 44: 1) Micaela Sciacovelli, 2) Carlotta Parrinello, 3) Emma Stoppari e Asia Avanzato; 48: 1) Chiara Zuccaro, 2) Giulia Carna, 3) Cindy Passochiuso e Giulia Fornaro; 52: 1) Veronica Toniolo, 2) Agnese Zucco, 3) Aurora Dipalo e Antonietta Palumbo; 57: 1) Sara Corbo, 2) Emilia Simeoli, 3) Carlotta Zeme e Giulia Frosoni; 63: 1) Aurora Berbatti, 2) Eleonora Principe, 3) Phebe Marie Marrello e Giada Scursatone; 70: 1) Emma Petrolo, 2) Giorgia Paglialonga, 3) Sofia Piani e Danila Trotta; +70: 1) Claudia Maria Tarba, 2) Tiziana Marini, 3) Angelica Zanesco e Isabella Borello. Società: 1) Akiyama Settimo, 24; 2) Hydra Palermo, 22; 3) Ginnastica Triestina, 20.

 
 

 

Fonte: fijlkam
 
  27/11/2017 - Akiyama prima nella Coppa Italia junior-senior Maschile e Femminile

SABATO 25 novembre gareggiano le categorie Maschili. Ferretti, Brudetti, Tchintcharauli, Mortal, Raffi, Pozzi, Gurghis. Sono i sette atleti che si aggiudicati il primo posto nella Coppa Italia junior-senior maschile nel PalaPellicone a Ostia. La gara è stata molto sentita, partecipata, equilibrata, lo dimostra anche il fatto che i sette vincitori appartengono tutti a società diverse, anche se il primato se lo è aggiudicato ancora una volta l’Akiyama Settimo.

60: 1) Andrea Ferretti (Cus Siena), 2) Diego Rea (New Body Center Napoli), 3) Angelo Lanzafame (Titania Club Catania) e Alessandro Aramu (Kumiai Torino)

66: 1) Luigi Brudetti (Star Judo Club Napoli), 2) Biagio Stefanelli (Nippon Napoli), 3) Mattia Miceli (Banzai Cortina Roma) e Aldo Romeo Grimaldi (Isao Okano 97)

73: 1) Jimi Tchintcharauli (Franco Quarto Bari), 2) Daniele Mililli (Koizumi Scicli), 3) Renè Villanello (Akiyama Settimo) e Angelo Mirabella (Akiyama Settimo)

81: 1) Nicola Mortal (Dlf Yama Arashi Udine), 2) Alberto Ciardo (Skorpion Pordenone), 3) Gaetano Palumbo (Star Judo Club Napoli) e Ubaldo Rastelli Donnino (Kyu Shin Do Kai Fidenza)

90: 1) William Raffi (Yubikai Roma), 2) Federico Rollo (Banzai Cortina Roma), 3) Alessandro Barone (Angiulli Bari) e Roberto Campi (Robur et Fides Varese)

100: 1) Davide Pozzi (Akiyama Settimo), 2) Otis Mallia (Judo Bergamo), 3) Federico Cavanna (Yawara Sestri Ponente) e Luca Perino (Centro Torino)

+100: 1) Pavel Gurghis (Judo Club Rho), 2) Valerio Menale (Fitness Club Nuova Florida), 3) Tiziano Di Federico (Judo Tor Lupara) e Francesco Iannone (Kyohan Simmi Bari)

Società: 1) Akiyama Settimo, 30; 2) Star Judo Club, 16; 3) Dlf Yama Arashi Udine, 14

--------------------------------------------------------------------

DOMENICA 26 novembre sono di scena le categorie Femminili. Sette primi posti per sette società diverse. Nella Coppa Italia junior-senior a Ostia, anche le categorie femminili hanno replicato lo schema di quelle maschili. Ed è stata la stessa, anche la Società classificata al primo posto, l’Akiyama Settimo, con la sola differenza che oggi ha portato in classifica il peso di ben sette medaglie, una d’oro, tre d’argento e tre di bronzo.

48: 1) Michela Fiorini (Centro Sportivo Torino), 2) Anna De Luca (Judo Club Paola), 3) Giulia Santini (Nuova Florida) e Beatrice Malagodi (Nuova Florida)

52: 1) Francesca Giorda (Accademia Torino), 2) Martina Castagnola (Akiyama Settimo), 3) Beatrice Brienza (Accademia Torino) e Fabiana Carbone (Nippon Napoli)

57: 1) Samata Fiandino (Dojo Equipe Bologna), 2) Federica Luciano (Akiyama Settimo), 3) Giulia Caggiano (Akiyama Settimo) e Beatrice Ranzato (Mestre 2001)

63: 1) Chiara Cacchione (Banzai Cortina Roma), 2) Marta Palombini (Preneste Castello), 3) Anna Righetti (Akiyama Settimo) e Elena Pedaletti (Akiyama Settimo)

70: 1) Chiara Carminucci (Akiyama Settimo), 2) Cinzia Bonfante (Akiyama Settimo), 3) Giorgia Dalla Corte (Dojo Equipe Bologna) e Agnese Piccoli (Dlf Yama Arashi Udine)

78: 1) Anna Fortunio (Fortitudo 1903), 2) Irene Crema (Cus Parma), 3) Natasha Di Fabio (Kodokan Chieti) e Giulia Zuliani (Dojo Sacile)

+78: 1) Federica Pinelli (Kerinos Foggia), 2) Annalisa Calagreti (Ginnastica Tifernate), 3) Rita Ughetti (Sakura Torino) e Carolina Costa (Unime Messina)

Società: 1) Akiyama Settimo, 54, 2) Accademia Torino, 24, 3) Dojo Equipe Bologna, 16

-------------------------------------------------------

CLASSIFICHE COMPLETE

 

Fonte: fijlkam
 
  13/11/2017 - Finale Coppa Italia

Sul sito FIJLKAM tutti i qualificati per la Coppa Italia in programma il 25 e 26 Novembre a Ostia.
In aggiornamento le liste inerenti le qualifiche regionali svoltesi il 11/11.

Link: https://www.fijlkam.it/judo/gare-e-risultati/calendario-gare/event/2382.html

Fonte: prai8
 
  13/11/2017 - Tutti i Quallificati per i campionati Italiani ESB

Sul sito FIJLKAM tutti i qualificati per il campionato italiano Esordienti B del 2/3 Dicembre 2017. In aggiornamento le liste inerenti le qualifiche regionali svoltesi il 11/11.

Link: https://www.fijlkam.it/judo/gare-e-risultati/calendario-gare/event/2383.html

Fonte: prai8
 
  06/11/2017 - Trofeo Italia, la prova ‘Sankaku’ va all’Akiyama Settimo

Bergamo, 5 novembre 2017. L’Akiyama Settimo Torinese si è aggiudicato la prova bergamasca del Trofeo Italia Esordienti B con il primo posto nella classifica generale delle Società. I tabelloni di gara e le classifiche complete sono pubblicate come di consueto nell’area dedicata.

M

40: 1) Valerio Accogli, 2) Alessandro Polmo, 3) Nicolò Busia e Antonio Polmo

45: 1) F. Petruzzelli, 2) Davide Berghi, 3) Lopez Barroso e Manuel Misoaga

50: 1) Cristian Miceli, 2) Niccolò Mangino, 3) Gabriele Belviso e Alessandro Bellini

55: 1) Vincenzo Skenderi, 2) Samuele Gaita, 3) Marco Battino e Samuele Muratore

60: 1) Leonardo Piccolo, 2) Vincenzo Pelligra, 3) Simone Aversa e Francesco Bottaini

66: 1) Edoardo Fanelli, 2) Paolo Faccio, 3) Enrico Signorini e Davide De Berti

73: 1) Dario Praiotto, 2) Raffaele Verdirame, 3) Mattia Scanu e Francesco Camerani

81: 1) Riccardo Giaconi, 2) Dumitru Razvan, 3) Antonio Ciallella e Francesco Manfrè

+81: 1) Francesco Costanzo, 2) Ludovico Urbani, 3) Stefano Manenti e Massimiliano Testa

F

40: 1) Miriam Leone, 2) Lucrezia Tantardini, 3) Chiara Antonia Dispenza e Sara Sanetti

44: 1) Carlotta Parrinello, 2) Micaela Sciacovelli, 3) Asia Avanzato e Elisa Ronzoni

48: 1) Chiara Zuccaro, 2) Giulia Carnà, 3) Martina Ghislanzoni e Cindy Passochiuso

52: 1) Veronica Toniolo, 2) Carlotta Sinisi, 3) Letizia Grivet Chin e Agnese Zucco

57: 1) Giulia Frosoni, 2) Sara Corbo, 3) Laura Costa e Emilia Simeoli

63: 1) Alice Bevilacqua, 2) Aurora Berbatti, 3) Alissa Schirone e Andreea Stan

70: 1) Emma Petrolo, 2) Matilda Sbalchiero, 3) Cecilia Corini e Danila Trotta

+70: 1) Claudia Maria Tarba, 2) Tiziana Marini, 3) Maria Daniela Podda e Angelica Zanesco

Fonte: fijlkam
 
  30/10/2017 - A Capodistria l’Italia U18 a quota 14 medaglie, più di tutti

Le medaglie conquistate dai cadetti italiani in occasione dell’European Cadet Cup in Slovenia a Capodistria sono state 14. Nella giornata di Sabato un primo, tre secondi e cinque terzi posti. Numerosissimi gli italiani in gara, 63, più di tutte le altre nazioni, Slovenia compresa; un risultato che ha trovato riscontro nel primo posto di Sara Lisciani (48), i secondi posti di Alessia Tedeschi (52), Michele Schiraldi (55), Cristiano Grimaudo (66) ed i terzi posti di Carlotta Avanzato (48), Silvia Giuseppa Drago (44), Aris Manzi (55), Michele Ronzoni (60) e Leonardo Valeriani (60).

Nella seconda giornata dell’European Cadet Cup, lo score degli U18 italiani è stato di tre secondi posti ed altri due terzi. Un risultato pregevole, maturato con le prove di Fabiana Bergamelli, 2^ nei 57 kg, Michele Valeri, 2° negli 81 kg, Erica Simonetti, 2^ nei +70 kg, Irene Pedrotti, 3^ nei 63 kg e Asya Tavano, 3^ nei +70 kg. E se l’Italia viene dopo Azerbaigian, Croazia, Ucraina e Germania nel medagliere qualitativo, i cadetti italiani hanno meritato il primo posto per il numero più alto di medaglie vinte, 14 appunto, precedendo la Slovenia, seconda con 9.

 

Fonte: fijlkam
 
  30/10/2017 - European Cup senior Malaga: ORO per Vincenzo D’Arco

Primo posto di Vincenzo D’Arco a Malaga, nell’European Cup senior che per la prima volta l’ha visto affermarsi a livello internazionale nei +100 kg. Tre le vittorie che hanno portato sul gradino più alto del podio il 27enne napoletano seguito da Ylenia Scapin, ottenute sul francese Medeuf, il lituano Mecajus ed in finale, sullo spagnolo Angel Parra. Dopo l’assoluto a Parma nel 2016, a Malaga è stata la seconda esperienza per Vincenzo D’Arco nei +100 kg. Risultato: due primi posti. Quattro terzi posti invece, sono quelli che Valeria Ferrari nei 78 kg, Eleonora Geri nei +78 kg, Massimiliano Carollo negli 81 kg, Davide Pozzi nei 100 kg, hanno portato in dote al medagliere italiano e che, complessivamente, è valso il quarto posto.

Nella giornata di Sabato Miriam Boi ed Augusto Meloni hanno ottenuto il terzo posto. Tre le vittorie che hanno consentito a Miriam Boi di salire sul terzo gradino del podio nei 57 kg, su Sappho Coban (Ger), Emilie Amaron (Sui) e, dopo essere uscita sconfitta in semifinale da Lola Benarroche (Fra), su Martina Lo Giudice, in una finale tutta italiana. Un’altra sfida tutta italiana è stata quella affrontata da Augusto Meloni nei recuperi dei 73 kg con Emanuele Bruno. L’ha vinta Meloni che poi si è aggiudicato il terzo posto superando il tedesco Hamsat Isaev. Precedentemente aveva vinto nell’ordine su Sanchez Fernandez (Esp) e Puechel (Ger), dopo la sconfitta da Ramirez (Esp), ha superato ancora il francese Chausson.

Fonte: fijlkam
 
  30/07/2017 - Italia d’oro a Gyor, la squadra femminile ha vinto l’EYOF

Gyor, 29 luglio 2017. Oro! È d’oro la medaglia conquistata dalle ragazze dell’Italia nella gara a squadre che ha concluso il 14° European Youth Olympic Festival a Gyor. Hanno lottato, si sono battute, hanno vinto mettendo sotto Serbia, Ungheria e Russia, raccogliendo alla lettera l’auspicio che coach Raffaele Toniolo aveva dettato ieri: “nella gara a squadre dovranno tirare fuori tutto quello che hanno, ma sono sicuro che ci sarà l’impegno di tutti”. Anticipiamo le emozioni delle protagoniste. Matilda Avila: “Questa gara ci ha unite ancora di più e siamo finalmente riuscite a dimostrare tutto il nostro valore”; Alessia Tedeschi: “Siamo riuscite a dimostrare ciò che siamo: l’essere una squadra ha fatto la differenza”; Irene Pedrotti: “Siamo un team affiatato e questa è una giornata da ricordare”; Elisa Toniolo: “Oltre il riscatto della gara individuale siamo riuscite a dimostrare che quando una squadra è veramente unita può vincere con chiunque”; Betty Vuk: “Siamo state una squadra e, con il supporto di tutti, siamo arrivate laddove non eravamo riuscite nell’individuale”; Vanessa Origgi: “È stato molto bello vincere con le ungheresi in casa loro e poi, in finale, con la Russia è uscito il meglio di tutte noi”. 

Il presidente della Commissione Attività Giovanile, Raffaele Toniolo, ha voluto esprimere l’entusiasmo condiviso con tutto lo staff: “Oggi queste ragazze ci hanno fatto vivere un momento storico: abbiamo conquistato infatti il primo oro a squadre femminile assegnato all’EYOF. C’è soddisfazione anche perché è la prima volta da quando esiste la CNAG che nei tre eventi top dell’anno che si disputano nell’arco di 40 giorni, Europei, EYOF e Mondiali, abbiamo scelto di condividere l’opportunità con una rosa di atleti ampia, ben 28, di cui 16 agli Europei e 12 agli EYOF, per consentire ai ragazzi di finalizzare l’impegno, dopo aver  ottenuto risultati di valore nel tour delle European Cup con il supporto di famiglie, società e tecnici. Queste ragazze oggi hanno regalato al judo italiano un’impresa storica che spinge a lavorare tutti assieme con un unico obiettivo”. L’analisi tecnica che conclude le corrispondenze da Gyor è di Alessandro Comi, condivisa con tutto lo staff: “La giornata di oggi ha finalmente visto brillare l'Italia: le donne quando si mettono in mente qualcosa la ottengono, costi quel che costi! Sul podio femminile anche le forti formazioni di Russia, Turchia e Serbia, mentre tra gli uomini i migliori sono stati i russi, che hanno dominato alla grande la gara uscendo vincitori sia con una fortissima Georgia che con l'ostica Turchia, che aveva fermato i nostri ragazzi al primo turno. A proposito dei ragazzi, la loro giornata purtoppo si è fermata al settimo posto: se con i turchi ci hanno creduto fino in fondo, perdendo per 3 vittorie a 2, qualcosa non ha funzionato invece con l'Estonia, che ha preso il sopravvento superando i nostri: un peccato! Sul tatami di Győr oltre ai nostri atleti, l'Italia ha brillato anche con Roberta Chyurlia: senza dubbio la migliore degli arbitri in campo!”.

Fonte: fijlkam